Adriano Maria Barbieri
via Lincoln, 19 • 20129 Milano • tel. 02/7383503
e-mail: ambt@adrianobarbieri.com
www.adrianobarbieri.com

Paolo Dassi - contrabbasso

Studi
Inizia a studiare basso elettrico sotto la guida di Stefano Cerri nel 1997 presso il Centro D'Arte per lo Spettacolo di Cernusco S. N. Nel 1999 partecipa ad uno stage con Paul Jeffrey ed ai seminari di Umbria Jazz oraganizzati dal Berklee College of Music di Boston. Nell'agosto del 2000 partecipa ai seminari estivi dell'associazione Musica Viva di Sondrio. Nel 2001 completa, sotto la guida di Lucio Terzano, il primo biennio di studi dei Civici Corsi di Jazz diretti da Franco Cerri ed Enrico Intra presso l'Accademia Internazionale della Musica di Milano pochi mesi dopo aver conseguito la laurea in lettere presso l'Università di Bologna. In agosto partecipa nuovamente ai seminari di Sondrio Jazz. Nell'agosto 2002 frequenta i corsi di Siena Jazz mentre nel 2003 si ripresenta ai seminari della Berklee a Perugia dove ottiene un riconoscimento di “Outstanding Musician” rilasciato dai docenti Berklee. Nell'ottobre dello stesso anno ottiene una cospicua borsa di studio per la scuola statunitense. Nel 2004 completa il corso di studi in contrabbasso jazz con Marco Vaggi presso i Civici Corsi di Jazz che frequenta per un altro anno affiancando il docente in uno stage di didattica.

Parallelamente agli studi jazzistici intraprende anche gli studi di contrabbasso classico. Presso il conservatorio di Parma sostiene con profitto l'esame di teoria e solfeggio e presso la scuola civica di Milano supera l'esame di V anno. Attualmente prosegue gli studi classici frequentando il triennio accademico di primo livello presso il Conservatorio G. Nicolini di Piacenza con il M° Enrico Fagone oltre a varie Master Class con musicisti come Thierry Barbè, Rinat Ibragovic e Dan Styffe.

Incisioni Discografiche e recensioni

2003 Valentino Tamponi Quartet,Taphros, Edizioni Taphros

2005 BJBU, Jazz And Movies, Black Saint

2006 Gennaro Cosmo Parlato, Remainders, P-Nuts

2007 Le Sorelle Marinetti, Non ce ne importa niente, P-nuts

2008 Rosario Di Rosa Trio, Freedom: improvised suites for a trio, A-Beat Records

Il cd ottiene ottime recensioni da prestigiose tesate nazionali specializzate (JazzIt, Jazz Magazine, Suono e Musica Jazz che attribuisce anche una speciale segnalazione)

2008 Orchestra Maniscalchi, Blem Blem Fiu Fiu Dum Dum, P- Nuts

2009 Orchestra Maniscalchi, Diamoci del tu, P-Nuts

2010Rosario Di Rosa Trio, Cabaret Voltaire, Abeat

Il cd ottiene ottime recensioni da prestigiose tesate nazionali specializzate (Audio Review, JazzIt e Musica Jazz che attribuiscono anche una speciale segnalazione)

2010 Le Sorelle Marinetti, Signorine Novecento, Atlantic

2011 Valentino Tamponi Quartet, Turchese, Dodicilune

2012 Rosario Di Rosa & Contemporary Kitchen, Yawp!!!, Abeat

Collaborazioni

Nel corso dell'attività professionale ha modo di esibirsi al fianco di vari musicisti tra i quali Antonello Salis, Time Percussion, Franco Cerri, Paolo Pellegatti, Fabrizio Bernasconi, Luca Meneghello, Paolo Alderighi, Augusto Mancinelli, Carlo Atti, Gianni Cazzola, Emilio Soana, Roberto Rossi, Paolo Favini, Claudio Tripoli, Sandro De Bellis, Tony Arco, Giovanni Falzone, Carlo Nicita, Jimmy Weinstein, Rosario Di Rosa, Francesco Pinetti, Max Dall'Omo, Sandro Cerino, Riccardo Tosi, Giovanni Venosta, Adalberto Ferrari, Andrea Ferrari, Sergio Orlandi, Claudio Tuma, Emiliano Vernizzi, Alberto Cavenati,  Valentino Tamponi, Carlo Garofalo, Marco Brioschi, Paolo Botti, Piero Bittolo Bon, Sandro Di Pisa e tanti altri.

Dal 2004 al 2007 collabora stabilmente con Giovanni Falzone presso il Teatro No'hma per la realizzazione delle musiche di scena.

Dal 2006 partecipa a diverse produzioni di Musicamorfosi (Visioni Parziali, Notturni, Brucio Nel Vento, Il Clavicembalo Ben Accorciato)

Sempre dal 2006 inizia la collaborazione con P-Nuts con cui partecipa ai tour degli spettacoli Che cosa c'è di stranoNon ce ne importa niente. In particolare le numerosissime rappresentazioni di Non ce ne importa niente toccano i più prestigiosi teatri italiani. 
Nel 2010 nell'ambito della stessa casa di produzione intraprende il progetto Orchestra Maniscalchi, dedicato alla rivisitazione filologica del repertorio italiano degli anni '30. Dal 2012 lavora con le Sorelle Marinetti e Simone Cristicchi nello spettacolo Poker di Swing.

Partecipa a numerose rassegne e festival jazz fra cui spiccano Taphros Jazz nel 2006 e nel 2009, Vittoria Jazz Festival nel 2010, Jazz On The Road nel 2011, Ascona Jazz Festival nel 2012

Radio e Televisione

Nella Stagione 2007/2008 partecipa alla trasmissione Sogno Ribelle, in onda su TV Studio 1 e su varie emittenti locali, come membro della band diretta da Paolo Favini. Nel 2008 partecipa con l'ensemble di Musicamorfosi al programma Stasera niente MTV, condotto da Ambra Angiolini. Sempre nel 2008 partecipa con le Sorelle Marinetti alle Radio Grolle, in onda su Italia 1.

Tra il 2009 e il 2012 è ospite in cinque diverse occasioni della trasmissione Piazza Verdi in diretta su Radio3: due volte con l'Orchestra Maniscalchi, con Rosario Di Rosa per l'uscita dei cd Cabaret Voltaire e YAWP!!! e con le Sorelle Marinetti, con le quali partecipa anche a Social Club su Radio2.

Progetti

I progetti musicali attualmente attivi a cui partecipa come solista sono:

Orchestra Maniscalchi (con due incisioni discografiche)

Rosario Di Rosa Trio (due incisioni)

Rosario Di Rosa & Contemporary Kitchen (un'incisione)

Valentino Tamponi Quartet (due incisioni)

BJBU-Bocconi Jazz Businness Unit (un'incisione)

Adalberto Ferrari L. I. Q. (un'incisione)

Didattica

Insegna basso elettrico privatamente dal 1999. Dal 2006 al 2009 è docente per la Suola Res Musica di Milano. Nel 2006/2007 insegna presso l'associazione Musica In Bocconi dove gestisce i corsi di musica d'insieme delle rock band universitarie. Dal 2008 è docente di basso elettrico presso la scuola Civica di Cassina De' Pecchi dove in breve tempo è riuscito a creare una classe di buon livello e molto numerosa.

< << HOME PAGE





brano in ascolto:
BIANCO E NERO
A. Barbieri
Adriano Maria
Barbieri
pianoforte

Paolo Dassi
contrabbasso

Riccardo Tosi
batteria

The birth of replica rolex the first quartz watch was around the 1960s. The beginning of uk replica watches the birth of quartz watch, really shocked the watch market. Mechanical watch suffered a similar "catastrophe" catastrophe rolex replica watches, but now we can see in replica watches uk the watch market, the proportion of mechanical watches did not decrease.