Adriano Maria Barbieri - pianoforte

Direttore d’orchestra, 
di coro e pianista, ha compiuto 
gli studi musicali con Bruno Bettinelli, Luciano Chailly e Mario Gusella al Conservatorio 
G. Verdi di Milano, dove si è laureato in Direzione d’Orchestra. Si è perfezionato al Mozarteum di Salisburgo con Otmar Suitner.



Ha insegnato Direzione d’Orchestra al Conservatorio G. Verdi di Milano, Esercitazioni Orchestrali al Conservatorio di Firenze, Teoria e Solfeggio al Conservatorio G. Verdi ed alla Civica Scuola di Musica di Milano.

È stato direttore ospite, sia in campo sinfonico che operistico, di importanti orchestre in Italia e all’estero quali l’Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano, I Solisti del Teatro alla Scala, I Cameristi del Teatro alla Scala, la Camerata Academica del Mozarteum di Salisburgo, l’Orchestra da Camera di Mantova, L’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra Milano Classica, l’Orchestra Cantelli, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, I Pomeriggi Musicali, l’Angelicum di Milano e l’Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, collaborando con solisti quali il Trio di Milano, Cristiano Burato, Bruno Canino, Laura de Fusco, Philip Fowke, Giulio Franzetti, Francesco Manara, Luisa Prandina, Luca Santaniello,  Wolfgang Schneiderhan, Mariana Sirbu, Akiko Suwanai, Marco Zoni, Rocco Filippini, Pietro Borgonovo; fra i cantanti Adelina Scarabelli, Simone Alaimo, Sonia Turchetta, Roberto Iuliano, Anna Carbonera, Renato Dolcini, Filippo Tuccimei, Elena Borin, Antonella Trevisan, Paolo Antognetti, Francesco Ellero D’Artegna.
 Tra gli impegni più significativi il concerto di chiusura del Festival “Mozart in Lombardia” al Teatro Bibiena di Mantova e la Nona Sinfonia di Beethoven, sia a Milano nella Sala Verdi del Conservatorio, sia a Varese nella Basilica di S. Vittore, come chiusura della Stagione Musicale Comunale, con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi. Alla fine di luglio 2012, nella Stagione Estiva dell’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, ha trionfato all’Auditorium Cariplo con un concerto dedicato ai compositori di colonne sonore di film americani, tra cui John Williams, Samuel Barber, Harold Arlen, Scott Joplin, Vangelis, Astor Piazzolla. Recentemente ha avuto un grande successo col Requiem di Mozart a Milano, in S. Maria Incoronata, con la partecipazione del Coro di Verona e dell’Orchestra Filarmonica Italiana. Con questi solisti e orchestre si è esibito, sempre con grande successo di critica e di pubblico,  nelle principali sale da concerto di importanti città italiane e straniere tra cui Milano, Salisburgo, Firenze, Mantova, Varese, Como, Sanremo, Bad Gastein, Lugano.



In campo operistico ha diretto 
Le Convenienze Teatrali di Donizetti e ha collaborato a lungo con il Teatro alla Scala con numerosissime esecuzioni de La Serva Padrona di G. B. Pergolesi e de
Il Combattimento di Tancredi e Clorinda di C. Monteverdi.





Come Direttore Musicale e Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera di Milano “Giorgio Federico Ghedini”, da lui fondata alla fine del 1985, è stato ospite di importanti stagioni concertistiche italiane: in particolare a Milano la Società dei Concerti, i “Break Concerto” al Teatro Manzoni, “Appunti di Musica Sacra” alla Basilica di S. Maria della Passione, “Musica nei Cortili” per Milano d’Estate, inoltre a Varese La Società Musicale Varesina nella Sala Napoleonica di Villa Ponti. Con questa orchestra ha diretto anche un concerto straordinario a favore dell’Istituto Mario Negri a Villa Berti a Bussero (Milano).

È stato per tre anni direttore artistico della stagione musicale del Teatro Arca di Milano, fino al 2011.

Fondatore del Gruppo Corale “Canticum ’96” di cui è il direttore, con questo coro si è esibito in oltre 120 concerti in molti auditorium, chiese, teatri e dimore storiche a Milano e in Lombardia (Duomo di Milano, Basilica di S. Ambrogio, S. Fedele, S. Babila, S. Alessandro, S. Maria del Suffragio, S. Maria della Sanità, S. Maria Incoronata, Mater Amabilis, S. Vincenzo de’ Paoli, SS. Giovanni e Paolo,  Palazzo Clerici, Palazzina Liberty, Palazzo Archinto e Scuola Militare Teulié a Milano, le chiese di S. Ambrogio, S. Kolbe e S. Grato a Varese, S. Agata di Cassina de’ Pecchi, Villa Medici Giulini a Briosco, ecc.) e in alcune stagioni musicali, tra cui quella dell’Università Bocconi, il Festival dell’Università degli Studi di Milano, quella del Teatro Arca di Milano, quella del Coro Syntagma e Musica nei Chiostri a Monza. Ultimo di una serie di grandissimi successi di questo coro il Requiem di G. Fauré, in S. Maria Incoronata e in Sant’Ambrogio a Milano, replicato poi in Sant’Angelo. Il Canticum ’96 è stato protagonista della stagione musicale 2013-2014 “Tre Passi verso la Luce”, svoltasi in Sant’Angelo. Il Gruppo Corale “Canticum ’96” collabora frequentemente con numerosi musicisti e altri cori, come i cantanti Anna Carbonera, Elisa Franzetti, Renato Dolcini, Filippo Tuccimei, gli organisti Antonio Frigè, Simone Giordano, Maria Massimini, l’armonicista Lino Costalbano e il coro Good Company di Varese. Prescelto fra 48 cori, è stato finalista della XX Rassegna Corale della Provincia di Milano e dell’USCI, al Teatro Dal Verme. È stato invitato da MITO 2014 a esibirsi per MITO Fringe. Ha partecipato inoltre, come ospite principale, ad una trasmissione di Sky TV.

Oltre alla musica classica, come pianista si è sempre dedicato al jazz. Già nel 1969 faceva parte del quintetto che ogni settimana si esibiva nei “Lunedì del Jazz” del Piper Club di Milano, al fianco di vari musicisti internazionali ospiti, tra i quali Giorgio Azzolini, Gianni Basso, Art Blakey, Giorgio Buratti, Franco Cerri, Gil Cuppini, Claudio Fasoli, Jimmy Garrison, Bill Hardman, Billy Harper, Lino Liguori, Carlo Milano, Marco Ratti, Oscar Valdambrini e molti altri. Successivamente ha fatto parte del Quartetto di Claudio Fasoli.
In seguito ha fondato, con il contrabbassista Paolo Rizzi e con il batterista Riccardo Tosi, il complesso “More Than Jazz Trio” che si esibisce spesso anche con il quintetto vocale di musica antica “Ensemble Galeazescha”. Mescolando jazz e musica antica nel medesimo programma, i due complessi riuniti insieme hanno suscitato un grande interesse di pubblico e critica, riscuotendo uno straordinario successo nel Veneto, in Lombardia e a Milano, nella stagione concertistica della Triennale di Milano, in quella del Teatro Arca, a Palazzo Clerici nell’ambito della manifestazione “Notte Bianca di Primavera”, e con un concerto straordinario in occasione del cinquantenario della Pbi International.
Nella stagione del Teatro Arca di Milano Adriano Barbieri Torriani si è esibito come pianista insieme al “Franco Cerri Jazz Quartet”. Con un recital pianistico fra jazz e musica classica ha inaugurato “Palazzo Marino aperto ad agosto”, la serie di concerti promossa dal
Comune di Milano nel 2010.

Adriano Barbieri Torriani ha effettuato registrazioni per RAI3, RAI Radio 3, per la TV e la Radio della Svizzera Italiana e per SKY TV. Per l’etichetta Diversified Technologies ha registrato un CD con “Un Americano a Parigi” di G. Gershwin e la Sinfonia N. 9 “Dal Nuovo Mondo” di A. Dvorak, con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica “Giuseppe Verdi” di Milano, trasmesso anche da RAI Radio3, recentemente ripubblicato.
Adriano Maria Barbieri
via Lincoln, 19 • 20129 Milano • tel. 02/7383503
e-mail: ambt@adrianobarbieri.com
www.adrianobarbieri.com

< << HOME PAGE





brano in ascolto:
BIANCO E NERO
A. Barbieri
Adriano Maria
Barbieri
pianoforte

Paolo Dassi
contrabbasso

Riccardo Tosi
batteria

Automatic watch silver dial at 12 o'clock to set the famous classic Constance heartbeat window rolex replica watches, let FC-310 movement at a glance. Dial also features exquisite guilloché carved decoration, elegant black Roman numerals, and replica watches uk along the dial across the Breguet-style pointer. Transparent back cover presents decorative spiral self-winding movement swiss replica watches. Or dark brown leather strap for the overall shape to replica watches add a stylish atmosphere.